Logo dell'iniziativa contro il prestito a pagamento - Divieto d'accesso con scritta Non Pago di Leggere - disegno

Scritta Non Pago di Leggere - Campagna europea contro ilprestito a pagamento - da un'iniziativa della biblioteca di Cologno Monzese-logo biblioteca-occhio


scenario
il punto
iniziative
sono con noi
la B.E.L.L.A. catena
manifesti e appelli
adesioni
documentazione
usa e diffondi
sito spagnolo
in Portogallo
rassegna stampa
bandiera inglese


per le biblioteche


biblioteche ed enti promotori

  logoAIB
  logoBrescia
  logoCastellanza
  logoEmpoli
  logoModena
  logoPesaro
  logoPinerolo
  logoPistoia
  logoRoma
  logoSettimo
  logoTrento
  logoCsbno Milano
  logoSbiroz Milano
  logoSbv Milano
  logoMilano Est
  logoNord Est Milano
  logoValenza



Verso il ventitre di aprile
Proposte e spunti per le iniziative delle e nelle biblioteche

• si propone di privilegiare per questa giornata il tema del rapporto con gli autori. La prima cosa da fare è quindi quella di raccogliere un elenco di autori disponibili a partecipare alla giornata.
• agli autori si chiederà innanzitutto di indicare "cinque libri che hanno cambiato la (loro) vita". Questi libri andranno a costituire la sezione Biblioteca d’autore nella vetrina che le biblioteche partecipanti allestiranno per il 23 aprile:
• la vetrina comprenderà poi altre sezioni che potrebbero essere queste: Libri NoPago (selezione di testi utili per la campagna) Libri impagabili (libri esistenti solo in biblioteca, fuori commercio, desaparecidos) Libri orfani/ostici (libri senza prestiti - libri dal prestito difficile).
• I libri collocati in vetrina potranno portare l’etichetta del "prezzo di prestito", con eventuali cartelli di "sconto" e di saldo, un registratore di cassa (anche di cartone), e altri materiali che diano l’idea di una biblioteca-blockbuster o supermarket (con tutte le spiegazioni del caso)
• le vetrine andranno fotografate e le foto verranno pubblicate sul sito
• agli autori si chiederà la disponibilità a passare qualche ora in biblioteca "al posto del bibliotecario", mettendosi dietro il bancone o tra gli scaffali a prestare/consigliare libri realizzando piccole "visite guidate" (dal punto di vista dell’autore) al servizio. Verrà preparata una cartolina, che sarà autografata dall’autore e distribuita ad ogni prestito insieme alla rosa e alla spilla. [Se lo si ritiene più opportuno la presenza dell’autore in biblioteca può essere spostata dal 23 al 24 - che è un sabato - con una diversa e più abbondante utenza]
• Il titolo di questa iniziativa (o dell’intera giornata) potrebbe essere scelto tra questi: Autori prestanti - L’autore si presta - Prestiti d’autore
• Durante la giornata verrà organizzato, tra le biblioteche aderenti, un gioco (con modalità tutte da escogitare) che coinvolga gli autori e i lettori. Potrà trattarsi di una gara a chi fa più prestiti (sui libri in vetrina) o tra i libri degli autori che "si prestano" o altro da inventare. I risultati appariranno in tempo reale sul sito.
• Importante sarà anche organizzare un ponte radio (alla peggio una staffetta telefonica - o una chat line, o un collegamento web cam -, alla meglio una radio che garantisce la diretta) tra le biblioteche partecipanti in modo da enfatizzare la simultaneità e/o il parallelismo degli eventi e da renderli più appetibili mediaticamente.
prove pratiche di copyleft: alcuni autori consentiranno la riproduzione di loro testi al solo scopo di promozione della campagna e le biblioteche si impegneranno a diffonderli, promuoverli e a raccogliere dichiarazioni di lettori che dopo averli presi in prestito o scaricati si recheranno a comprarli in libreria. A tal fine saranno preparate altre cartoline, da indirizzare agli editori, con un testo simile: "Ho preso in prestito questo libro in biblioteca nella Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore 2004 e mi è piaciuto così tanto che: a) ne ho comprato una copia da tenere per me b) ne ho comprato una copia da regalare c) comprerò per me o regalerò un altro libro dello stesso autore".
• il fatturato. Si potrebbero preparare slide o volantini che evidenzino la dimensione anche contabile del problema. Ad esempio: se una biblioteca fattura 150.000 prestiti e ogni prestito costerà €1 di ticket (non importa se ai lettori o alla biblioteca) la massa di denaro messa in movimento sarà di ben € 150.000 all’annuo, una cifra ben superiore a quanto anche le meglio fornite biblioteche spendono per l’intero acquisto di libri.
• Nella serata del 23 potrà essere organizzato un reading (con o senza la presenza dell’autore) dedicato a testimonianze e letture sul rapporto tra scrittori e biblioteche.
• Importante sarà anche sviluppare attività di bookcrossing legate alla campagna.



Sito a cura di della Biblioteca Civica di Cologno Monzese
nopago@comune.colognomonzese.mi.it

Il contenuto di questo sito può essere riprodotto
con licenza creative commons citando la fonte
Creative Commons License